martedì 22 marzo 2016

Il Metodo Mallegni per il centro-destra a Lucca

Il centro-destra come l'abbiamo conosciuto a livello nazionale è morto.
La deriva "Lepenista" di Salvini e Meloni obbligherà i resti di Forza Italia a lavorare per un nuovo polo di centro, ma di lunga prospettiva.
Al Comune di Lucca avremo le elezioni il prossimo anno e forse un ultimo tentativo per un accordo con i vecchi partner si potrebbe anche provare a ricercare su basi limitate e definite e sopratutto con il "Metodo Mallegni" che tanto bene ha funzionato a Pietrasanta. Ecco le proposte dei Riformisti:
  1. Iniziare gli incontri con tutte le componenti storiche del centro destra, con i movimenti che sono sorti in opposizione a Tambellini e con tutti i cittadini che vorranno partecipare, per scrivere, discutere e approvare un Progetto del centro-destra per Lucca
  2. Solo dopo la definizione e sottoscrizione di un Programma comune, iniziare la discussione per l'individuazione del candidato Sindaco e dei possibili assessori. 
  3. In caso di mancata unanimità sul nome da proporre per Sindaco, indizioni di elezioni Primarie, con candidati che rappresentino partiti e movimenti che hanno firmato l'accordo programmatico. Primarie da svolgersi entro il 15 ottobre del 2016, con l'impegno scritto e pubblico che i concorrenti soccombenti parteciperanno alle elezioni comunali come candidati nella Lista Civica del Centro-destra, con impegno diretto il campagna elettorale.
  4. Eletto il candidato Sindaco si procederà, fra i firmatari del Progetto x Lucca, alla scelta di coloro che diventeranno Assessori nella futura Giunta e di tutto l'organigramma gestionale del Comune, prima delle elezioni.
  5. Proseguendo con il "Metodo Mallegni" i Partiti dovranno fare un passo indietro e si presenterà alle elezioni comunali, una sola Lista Civica, la Lista del Centro-destra, con 40 Candidati, i migliori, in rappresentanza dei Partiti e dei movimenti che hanno firmato l'accordo programmatico. Le preferenze elettorali stabiliranno gli eletti, che saranno Consiglieri della Lista Civica del Centro-destra, con il divieto di costituire autonomi gruppi consiliari di Partito.
Questo a parere dei Riformisti di Lucca è l'unica soluzione per tenere insieme e far vincere il cento-destra lucchese.
Al di fuori di questa soluzione se non vogliamo trovarci un secondo mandato di un Sindaco "disastroso e pericoloso" come Tambelini, dobbiamo sperare nelle Primarie del PD e forse anche sostenerle.