martedì 17 febbraio 2015

Il Sindaco Tambellini e la trasparenza sul Turismo


Alcuni assessori della Giunta Tambellini hanno quantificato il consuntivo di entrata 2014 della nuova imposta di soggiorno sopra 500.000 euro e la previsione di entrata per il 2015 in oltre 700.000 euro.  Il D.Legislativo 14 marzo 2011 n.23 all’art.4, prevede:
I comuni capoluogo di provincia……possono istituire, con deliberazione del consiglio, un'imposta di soggiorno….. Il relativo gettito e' destinato a finanziare interventi in materia di turismo, ivi compresi quelli a sostegno delle strutture ricettive, nonche' interventi di manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali locali, nonche' dei relativi servizi pubblici locali…… l'imposta di soggiorno puo' sostituire, in tutto o in parte, gli eventuali oneri imposti agli autobus turistici per la circolazione e la sosta nell'ambito del territorio comunale…. i comuni, con proprio regolamento…. sentite le associazioni maggiormente rappresentative dei titolari delle strutture ricettive, hanno la facolta' di disporre ulteriori modalita' applicative del tributo, nonche' di prevedere esenzioni e riduzioni ……”
Il Consiglio Comunale di Lucca con delibera n.4 del 31 gennaio 2013 ha approvato il Regolamento per l’Imposta di soggiorno stabilendo all’art.3:
Il gettito dell’imposta ….. è destinato integralmente alla promozione e allo sviluppo del sistema turistico locale.  
Le priorità verso cui indirizzare il gettito dell'imposta saranno indicate, annualmente, dall’Amministrazione Comunale dopo aver consultato il panel di indirizzo definito all’interno dell’Osservatorio Turistico di Destinazione”
Per rispetto delle legge e del regolamento, sarebbe opportuno che il Sindaco Tambellini, dicesse in maniera trasparente come sono stati spesi i circa 550.000 euro introitati con l’Imposta di soggiorno nel 2014 e e le priorità su cui il Comune intende investire gli oltre 700.000 euro previsti per il 2015.
La legge è chiara e il regolamento comunale ancora più stringente e la trasparenza dovrebbe essere spontanea e non richiesta e anche le categorie economiche del settore dovrebbero darsi una mossa per pretendere il rispetto di quanto stabilito, per non far morire di consunzione tutto il comparto del turismo lucchese e migliorare l’immagine di Lucca e del suo centro storico…e forse la Torre delle Ore non cascherà….e ricomincerà a battere i quarti…..