mercoledì 25 aprile 2012

Le Badanti di Tambellini


Le Badanti di Tambellini

         Quando i LAICI pongono l’accento sull’indipendenza lucchese e sulla nostra secolare abitudine a decidere, senza ingerenze esterne, siamo accusati di essere dei visionari.
         Se diciamo che Tambellini non ha ne l’autonomia, ne lo spessore politico, per sostenere le pressioni del suo partito e della Regione, veniamo chiamati mentitori.         Favilla, ha chiesto a suo sostegno pochi esterni di grido, qualche tecnico, ma nulla più, preferendo affrontare una campagna elettorale sui temi amministrativi locali, che conosce molto bene.
         A sostegno di Tambellini sono venuti:
         Bersani, Segr.Naz.le PD, Vendola, Segr. Naz.le SEL, verrà Rosy Bindi, Presidente del Partito, è venuto Enrico Letta, Vice segretario,  il leader “massimo” D’Alema, il Presidente della Regione Toscana, Rossi, il suo assessore alle finanze Nencini.
         Perché questa parata di leader nazionali?
         Per tre motivi: il primo perché a livello nazionale e regionale si ritiene Tambellini, un candidato debole, da dover sostenere a fondo, per averne poi la riconoscenza.
         Secondo, perché si reputa la “diversità” e l’indipendenza di Lucca intollerabile e  si vuole a tutti i costi egemonizzare sul rosso tutta la Toscana;
         Terzo, perché alcune partite che si giocano a Lucca, acqua, sanità, viabilità, turismo, debbono essere ricondotte agli interessi Fiorentini o della Sinistra.
         Meditate gente!!

Francesco Colucci, presentatore Lista LAICI